• Connect with us:
Marco MasellaDavide TizzanoDomenico CasalinoAlessandro PapiniDanilo Cattaneo
Home · Speaker

Speaker

COMPETENZE: DESIGN

Marco Acerbis

Architetto, Designer / Marco Acerbis Studio

Marco Acerbis nasce nel 1973 e completa gli studi in architettura presso il Politecnico di Milano nel 1998. Dal 1997 al 2004 vive e lavora a Londra dove collabora con lo studio Foster & Partners. In questi anni è coinvolto nella costruzione di un edificio di otto piani per la ricerca scientifica presso l'Imperial College e diventa Capo Progetto di Capital City Academy, un liceo per 1400 studenti, lungo 250 metri e inaugurato Tony Blair. Nel 2004, rientrato in Italia, apre il proprio studio di architettura e design. Affascinato dalla progettazione senza limiti di scala procede rapidamente esplorando con un costante intreccio di competenze, intuizioni e tecnologie innumerevoli temi, con l'obiettivo di creare uno spazio a progetto globale. La lampada Vertigo, disegnata per Fontana Arte, diventa rapidamente sia un best seller che un'icona senza tempo ed è inclusa nella collezione permanente del Vitra Design Museum. La maniglia Prius disegnata per Colombo Design vince la Menzione d'Onore al XXI Compasso d'Oro. La poltrona Kloe disegnata per Desalto vince il Red Dot Design Award 2009. L'interesse per le tematiche del vivere contemporaneo lo porta inoltre a cimentarsi attivamente nel mondo dell'architettura ecosostenibile con la costruzione di POLINS, Polo di Innovazione Strategica, edificio certificato CasaClima Classe A+. Nato nel 1973 completa gli studi in architettura presso il Politecnico di Milano. Dal 1997 al 2004 vive e lavora a Londra dove collabora con lo studio Foster+Partners. In questi anni è coinvolto nella costruzione di un edificio di otto piani per la ricerca scientifica presso l'Imperial College e di Capital City Academy, liceo per 1400 studenti e lungo 250 metri, inaugurato Tony Blair. Nel 2004, rientrato in Italia, apre il proprio studio di architettura e design. Affascinato dalla progettazione senza limiti di scala procede rapidamente esplorando con un costante intreccio di competenze, intuizioni e tecnologie innumerevoli temi, dal design di oggetti all'architettura ecosostenibile e alla grafica. Tra i vari riconoscimenti è vincitore del Good Design Award Chicago Athenaeum, del Red Dot Design Award, della Menzione d'Onore al XXI° Compasso d'Oro ed è finalista al Premio Fondazione Renzo Piano per un giovane talento.

Approfondisci »

Paolo Barichella

Founder and Owner, Food Design Advisory & Management / Paolo Barichella Food Design Studio

Paolo Barichella is an Executive Food Design Advisor. Theorist and specialist consultant in Food Design since 2002, he is operative director in Strategic Design Management, Sensory Design, Concept Creation of Lifestyles and Experience. He has developed high-profitability plans for Industries, Food Format, Products and Store. Paolo was born in Milan (Italy) in 1969. Following his Industrial Design studies, he pursued a career in communication strategy particularly related to the theory and philosophy of Food Design, web development, as journalist and writer, as lecturer and didactic consultant. During his career, Paolo Barichella has developed and consolidated significant experience in the food technology chain and its processes, in combination with design, sensory and engineering. Through in-depth studying and research in the field of Food Design, today Paolo Barichella is one of the most renowned international opinion-leaders in this area, often invited to participate and contribute at events and projects on food design.

Approfondisci »

Paolo Bartoli

Architetto e Designer / Bartoli Design

Architetto e designer, nasce a Milano nel 1968, vive e lavora a Monza. Si laurea nel 1994 presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano con una tesi di progettazione architettonica e restauro. Dopo un'esperienza formativa presso Koppenhöfer und Partner Büro für Industriebau e Kauffmann + Theilig Architekten BDA (Stoccarda, Germania), inizia la collaborazione con Carlo Bartoli, con il quale ha elaborato il Piano Generale degli Impianti Pubblicitari per il Comune di Lissone (MI), sviluppando temi legati all'arredo urbano ed all'immagine della città in rapporto alla promozione commerciale. Nel 2007 fonda - insieme a Carlo ed Anna Bartoli - lo studio associato Bartoli Design, all'interno del quale si occupa di architettura, design, art direction e comunicazione visiva. Con Bartoli Design sviluppa numerosi prodotti per l'arredo, il settore contract ed ufficio, collaborando con aziende italiane e straniere tra le quali Arflex, Asis, Atelier De Berenn, Bonaldo, Confalonieri, Colombo Design, Daa, Fiam, International Office Concept, Jesse, Kristalia, Laurameroni, Matteograssi, Nodus, Penta, Riva 1920, Rossi di Albizzate, Segis, Steelcase, Tonelli. Insieme hanno sviluppato Piani Integrati di Intervento edilizio per Robbiano e Veduggio, a Monza il restauro architettonico della storica Villa Mirabello, l'intervento di risistemazione ambientale di Via Sempione. Nel 2008 la sedia R606 UNO, progettata da Bartoli Design con Fauciglietti Engineering per Segis, ha ricevuto il XXI Compasso d'Oro ADI. Progettati per Bonaldo, i tavoli Sol ed Octa hanno ricevuto il Good Design Award nel 2012 e 2014, ed il tavolo Still è stato premiato con il Red Dot Award nel 2013. E' stato professore incaricato di Disegno Industriale alla Facoltà del Design presso il Politecnico di Milano.

Approfondisci »

Matteo Battiston

Head of Design / Luxottica Group spa

Esperto di linguaggi di marca e prodotto, gestisce le risorse creative del gruppo Luxottica. Coordina un'organizzazione di centri stile tra Italia, Stati Uniti, Giappone, Cina, Hong Kong e Brasile e guida la divisione di ricerca trend a livello globale con la missione di rendere il linguaggio dei prodotti un veicolo dei racconti delle brand in portfolio. In passato ha ricoperto incarichi di direzione dell'Istituto Europeo di Design, del suo Centro Ricerche e della scuola di Comunicazione e Management.

Approfondisci »

Matteo Beraldi

Designer, Founder/Owner / Matteo Beraldi Design Office

Matteo Beraldi è un designer e creative director. Inizia il suo percorso professionale collaborando con diversi studi di design per aziende nazionali ed internazionali. Successivamente apre il suo studio di progettazione, dove si occupa di product / interior / graphic design. Fra i suoi clienti: Domitalia, Febal, Jannelli & Volpi, Lago, Mapei, Moleskine, Museo Poldi Pezzoli, Riflessi, Swarovski. Nel 2013 viene selezionato dall'Istituto Italiano di Cultura di New York fra i 10 migliori giovani designer italiani.

Approfondisci »

Giampiero Bosoni

Architetto, Professore Ordinario di Architettura degli Interni e Storia del Design / Politecnico di Milano - Dipartimento di Design

Ha collaborato con Figini e Pollini, Vittorio Gregotti ed Enzo Mari, con i quali ha sviluppato l'interesse per la teoria e la storia del progetto nel campo dell'architettura e del disegno industriale. Nel 1996 ha costituito la Collezione permanente del Museo del Design della Triennale di Milano, in seguito all'ideazione e alla curatela della mostra "Museo del Design". Ha curato nel 2007 la mostra "Il Modo Italiano" tenutasi al Fine Arts Museum di Montréal, e in altri musei internazionali. E' stato invitato nel 2009 dal MoMA di New York a curare il libro dedicato alla sezione italiana della collezione di design del museo. E' nel comitato direttivo e scientifico della Fondazione Franco Albini, dell'Associazione degli storici del Design italiano (AIS/design) e del centro di ricerca e studi MADEC (Material Design Culture) presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano. Responsabile scientifico del sito web "Exposizioni.com", il primo "museo virtuale" della storia dell'Exhibit design.

Approfondisci »

Giorgio Caporaso

Architetto e Designer / Studio Caporaso ; Art Director / Lessmore srl

Architetto e designer italiano conosciuto a livello internazionale per il suo percorso originale. Fin dagli esordi, affronta i temi dell'architettura sostenibile con una sensibilità rivolta all'ambiente e alla presenza del verde urbano inserito all'interno anche della composizione architettonica degli edifici stessi. Nei suoi progetti sperimenta in maniera interessante l'uso di sistemi di copertura verdi e di giardini pensili. Parallelamente intraprende un percorso autonomo di ricerca nel campo del design e dell'ecodesign. Giorgio Caporaso è stato insignito di importanti premi e riconoscimenti. Tra cui la Selezione d'Onore al XVIII ADI 'Compasso d'Oro', il primo premio al concorso "Tomorrow's design Philosophy" al "100% Design Futures", del British European Design Group, Londra, e tra i più recenti gli importanti premi vinti nelle ultime due edizioni dell' ADesign Award, oltre ai premi vinti sia nella categoria Prodotti per arredo di interni che in quella Abitare sostenibile dell'IDA-International Design Award 2014-15 che gli ha riconosciuto anche due menzioni d'onore. Caporaso ha preso parte anche a numerosi eventi espositivi internazionali e i suoi lavori sono stati esposti a Milano, Venezia, Londra, Colonia, Mosca, New York e Dubai, in sedi prestigiose quali la Triennale di Milano, Museo di Belle Arti di Rio de Janeiro, dove hanno registrato numerosi consensi favorevoli. Nel 2010 alcune sue creazioni hanno partecipato alla mostra "Natural Inspiration for a Greener Future" Colonia (Germany). Nel 2011 le sue opere sono state esposte alla mostra "Arte e Design: vivere e pensare in carta e cartone" svoltasi presso il Museo Diocesano di Milano. Nel 2012 è stato invitato ad esporre alla XIII Biennale Internazionale di Architettura di Venezia all'interno della "Casa Sensoriale Domotica" del Padiglione Italia. Nel 2013 è stato esposto alla mostra "Ecologia, ambiente, ingegno: creatività nel rispetto del Creato" promossa dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in collaborazione con la Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù del Pontificium Consilium pro Laicis e con i Musei Vaticani, presso il Museo di Belle Arti di Rio de Janeiro. Nel 2013 e nel 2014 sono state dedicate due mostre personali al suo percorso creativo e di ricerca nel campo del design ecosostenibile. Nel 2015, il sito celebrativo dei 90 anni dell'Enciclopedia Treccani (1925-2015) www.treccani.it/90anni ha inserito la scrivania "More Desk Plus" progettata nel 2014 nella lista dei 90 prodotti emblematici del percorso evolutivo della nostra società. www.caporasodesign.it - info@caporasodesign.it

Approfondisci »

Alba Cappellieri

Presidente del Corso di Laurea in Design della Moda / Politecnico di Milano - Dipartimento di Design

E' professore al Politecnico di Milano dove insegna Design del Gioiello e dell'Accessorio. Collabora con le principali realtà aziendali ed editoriali di questi settori ed è titolare di brevetti internazionali con la De Beers. Nel 2004 ha curato la mostra "Il Design della gioia" (Triennale di Milano 2004), primo incontro tra il design e il gioiello cui sono seguite mostre fondamentali sul gioiello quali "Gioiello Italiano Contemporaneo" (Milano, Vicenza, Berlino, Torino 2008-2009), "Gioielli di Carta" (Milano, Seoul 2009), "Titani Preziosi" (Milano 2010), "Eternal Platinum" (Milano 2008), "Chi ha paura?" (Vicenza 2011), "Souvenir d'Italie" (Vicenza 2012), "Porte Bonheur: amuleti e talismani contemporanei" (Vicenza, 2013), "Maestri del Gioiello" (Vicenza 2012) "il gioiello incontra il design italiano" (Milano, Vicenza,2013), "intorno al futuro: il gioiello 3D" (vicenza,Milano 2014). E' direttore del Master in Fashion Accessories, del Corso di Alto Perfezionamento di Design del Gioiello e presidente del Corso di Laurea in Design della Moda. Con gli studenti ha fondato il blog www.jewelleryscape.it, punto di riferimento per il gioiello online.

Approfondisci »

Riccardo Casiraghi

Founder e Designer / Gnam Box

Creativo e designer per formazione. Fondatore e Editor in Chief di Gnam Box. Photographer, Food designer, Web scouting, Web & Graphic designer, Cook. Gnam Box è per noi l'espressione di quello che vediamo nella nostra cucina: i nostri pranzi, le nostre cene e gli inviti che facciamo alle nostre "inspirational people", che lasciamo libere di presentarsi attraverso una loro ricetta e portare gli ingredienti. La cucina in cui scattiamo le ricette e accogliamo i nostri ospiti è la nostra cucina di casa. Tutte le foto scattate all'interno delle sezioni "Ricette" e "In cucina con" sono prodotte da noi. Non siamo una società di catering.

Approfondisci »

Alessandro Caso

Partner, HR Manager & Organization Design / Intesys srl

La mia Vision professionale è ispirata da una fortissima passione per le Persone e alle sfide che affrontano ogni giorno per migliorarsi. La laurea in comunicazione a Verona e successivamente un master in Marketing a Milano mi hanno permesso di accedere a ruoli manageriali in aziende del settore automotive, della cosmetica e della moda, qui ho avuto modo di comprendere le dinamiche professionali all'interno di importanti e complessi gruppi aziendali internazionali, ho potuto sperimentare il punto di vista di una giovane risorsa inserita in contesti strutturati estremamente sfidanti. Successivamente mi sono formato e diplomato per diventare un Business Coach orientato a strutturare da una parte percorsi di performance aziendale per giovani talenti e dall'altra supporto di Coaching per Board delle piccole e medie imprese italiane. Oggi sono HR manager e Partner di Intesys, Digital Company sita a Verona, una delle aziende per le quali ho lavorato come consulente esterno e Coach aziendale. Il mio percorso e le mie esperienze mi hanno portato a far convergere il know how maturato all'interno dei diversi punti di vista adottati negli scorsi 15 anni. Il punto di vista di una giovane risorsa di talento che deve capire come mettere "a terra" le sue qualità sapendo "leggere" il contesto. Il punto di vista di un Team leader che deve imparare a conoscere e interpretare concetti di leadership, mettendo a frutto il valore di ognuno dei componenti del gruppo. Il punto di vista del Board per il decision making e per saper strutturare sani ed efficaci processi di delega. Il punto di vista di un HR manager che ha capito che non sono più importanti solo i processi ma che le persone e il loro livello di Engagement sono linfa vitale per l'impresa e che l'HR manager proprio per questo deve partecipare alla strategia d'impresa e non limitarsi a subirne le conseguenze. Oggi mi do da fare per far convergere la mia esperienza in servizi HR per le Persone finalizzato a produrre risultati aziendali condivisi. Nella PMI italiana si può.

Approfondisci »

Arturo Dell'Acqua Bellavitis

Presidente Fondazione Museo del Design / Fondazione la Triennale di Milano ; Preside della Scuola del Design del Politecnico di / Politecnico di Milano - Dipartimento di Design

Arturo Dell'Acqua Bellavitis, è Presidente della Fondazione Museo del Design presso la Triennale di Milano e professore ordinario di Disegno Industriale presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano ove ricopre il ruolo di Preside. E' stato per due mandati vicepresidente della Fondazione Triennale di Milano e Direttore del dipartimento Indaco (Industrial Design, Arte, Comunicazione e Moda) del Politecnico di Milano. Ha diretto anche il Master in Design Management, quello in Interior Design ed in Furniture Design e due edizioni di quello in Fashion Design, Texile & Trends. Ha coordinato i corsi di Disegno Industriale del Politecnico di Milano nella sede di Como (Indirizzo Tessile per la Moda e l'Arredo; Indirizzo Legno/Arredo; Indirizzo di Comunicazione Visiva) ed attualmente è Coordinatore del corso di laurea in Fashion Design presso il campus milanese. Ha diretto numerosi master come: Master in Manager d'interni del punto vendita, di Exhibition Design e di Hotel and Contract Design, New Techstyle Design, Interior Retail Management. E' esperto della Commissione Culturale della Comunità Europea per l'organizzazione della rete universitaria europea per i problemi di Design ed ha contribuito alla nascita del corso di laurea in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano e del Dottorato di Ricerca in Architettura degli Interni. Ha diretto programmi di scambio inter-universitario nella disciplina del disegno industriale e di interni tra facoltà di architettura e di disegno industriale in Europa, America latina e America settentrionale. Ha tenuto corsi alla Royal Academy di Copenhagen, alla De Montfort University di Leicester e alla Facoltà di Architettura di Aarhus e Workshops nelle Università di Helsinki, Orleans, Oslo, Barcellona, Montreal, San Paolo, Buenos Aires, Atene, Rotterdam, Delft, Amsterdam, Shanghai, Pechino, Rmt Melbourne, al Museum Victoria Melbourne e seminari sul tema della luce negli interni a Rio de Janeiro, San Paolo e Barcellona. Dal 1980 svolge attività pubblicistica ed editoriale con numerose collaborazioni a riviste di architettura, arredamento degli interni e design. Conduce ricerche nel settore dei servizi pubblici e della loro riqualificazione per il Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica. Fa parte in qualità di esperto del Tavolo del Design Istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e partecipa a commissioni del MAE (Ministero Affari Esteri). E' fondatore del Centro di Ricerche "Hotel and Contract Design" istituito nell'anno accademico 1999-00 presso il Politecnico di Milano per promuovere ricerche sulla progettazione di oggetti e spazi per l'universo turistico e per costituire un archivio delle ricerche e analisi svolte in Europa su tali temi. E' docente di Strategie del Design e del Laboratorio di Tecnologia e Sperimentazione Prototipi , nel Corso di Laurea di Design della Moda. E' stato uno di promotori della presenza del Fashion Institute of Technology di New York presso il polo di Milano Bovisa. E' presidente e responsabile Scientifico del Consorzio Interuniversitario Milano Fashion Institute fra Politecnico di Milano, Bocconi ed Università Cattolica per l'alta formazione nel settore della moda. E' presidente del Consorzio Ar&Dent (arte design e Nuove tecnologie) fra l'accademia di Brera ed il Politecnico di Milano. Ha partecipato a conferenze sul design in numerosi musei e Centri italiani di cultura all'estero, in sintonia con la presentazioni di mostre itineranti della Triennale o dell'ADI. Fa parte del Comitato per le attività formative di Città della Moda. E' autore di saggi e memorie per convegni e seminari ed ha, fra l'altro, pubblicato "Storia e cultura dell'arredo per un controllo dell'habitat", "Spazio e oggetto" per i tipi della Cusl e "Ipotesi tardocontemporanee. Spazi tra agonia e mutazione" per la Franco Angeli Editore. Ha svolto attività di progettazione con un proprio studio professionale in Milano occupandosi prevalentemente di riqualificazione e ristrutturazione di interni pubblici e privati e progettazione di spazi e strutture di servizio.

Approfondisci »

David Dolcini

Designer / David Dolcini Studio ; Co-founder / Maderae

David Dolcini, designer e titolare di david dolcini STUDIO; dal 2015 co-founder assieme al socio e collega Giacomo Moor di Maderae; un giovane marchio di "design artigianale made in Milano". David Dolcini è nato in Italia, nei pressi di Milano. La sua visione e il suo approccio al progetto provengono dalla mescolanza di molteplici esperienze educative e di lavoro all'estero nel corso degli anni. David Dolcini Studio si occupa principalmente di industrial e product design, interior, exhibit design and art direction Collabora con clienti come Panasonic, Riva1920, Porada, Galassia, TossB, Karboxx, Arlex Italia.

Approfondisci »

Milka Eskola

Vice President Art & Design / Legrand spa

Finlandese, si è formata al "Lahti Institute of Design" (Finlandia) e al "Art Center College of Design" di Pasadena, California. Il suo percorso professionale, iniziato in Nokia, è proseguito in vari paesi (USA, Germania, Francia, Italia) e settori (telefonia, accessori, cosmetica, elettrodomestici). Nel 2005 entra nel team di Whirlpool Europe in Italia, occupandosi di vari progetti fra cui il marchio "for IKEA from Whirlpool". Dal 2013 è Vice President Art&Design del gruppo Legrand, e si divide tra Francia e Italia dove guida il "Design office" di BTicino, società italiana del gruppo.

Approfondisci »

Cristina Favini

Chief Design Officer / Logotel spa

Cristina Favini Chief Design Officer della Independent Design Company Logotel. Con esperienza ventennale nel capo del Service Design, Knowledge Design e dei Learning Networks, è tra i primi in Italia ad aver promosso e diffuso la cultura del Design e della collaborazione nelle organizzazioni. È Strategist e cura la progettazione e realizzazione di servizi ed ecosistemi fisico-digitali per accompagnare imprese nazionali e internazionali nei processi di trasformazione. Promuove e alimenta progetti di ricerca e sperimentazione per esplorare tematiche di frontiera e diffondere la cultura della collaborazione. Negli ultimi dieci anni ha fondato tre piattaforme, tuttora attive: Weconomy, Horizon e Next Working, dedicate a pubblicazioni cross-mediali, eventi e installazioni. È Advisor Board Member del Master in Service Design di Poli.Design, Politecnico di Milano. È membro della Commissione Nazionale Servizi ADI - Associazione Disegno Industriale. È Visiting Professor presso il Master in Design Strategist e System Innovation (Poli.Design e LanTao University di Pechino) e docente del Master Executive Business Design della 24ORE Business School.

Approfondisci »

Odoardo Fioravanti

Industrial Designer / Odo Fioravanti Design Studio

Odoardo Fioravanti si è laureato in Industrial Design presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano. Dal 1998 si occupa di industrial design, sperimentando anche la grafica e l'exhibition design, con la ferma volontà di ricondurre le diverse discipline ad una materia continua. È stato docente presso numerose scuole e università e i suoi lavori hanno fatto parte di diverse esposizioni internazionali, culminate nel 2010 con una mostra personale dal titolo "Industrious Design" presso il Design Museum della Triennale di Milano. Nel 2011 ha vinto il Premio Compasso d'Oro ADI con la sedia in legno curvato Frida di Pedrali. Nel 2006 ha fondato l'Odoardo Fioravanti Design Studio che ha sviluppato progetti per diverse aziende.

Approfondisci »

Marisa Galbiati

Vice Preside Scuola del Design e Docente / Politecnico di Milano - Dipartimento di Design ; Professore Straordinario di Comunicazione Multimediale e Audiovisiva / Politecnico di Milano

Marisa Galbiati è professore ordinario e vicepreside presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano dove insegna Comunicazione Multimediale e audiovisiva. Si occupa di strategie creative di comunicazione applicate ai temi del sociale (comunicazione sociale) e della progettazione di sistemi di comunicazione transmediali applicati ai contesti urbani e finalizzati allo sviluppo dell'innovazione e dell'inclusione sociale (social TV). E' direttore dei master: "Brand Communication"; "Art direction e Copywriting"; "SNID (Social network influence design)", presso Polidesign, Consorzio del Politecnico di Milano. Sui temi della comunicazione digitale ha pubblicato, tra l'altro, Movie design. Scenari progettuali per il design della comunicazione audiovisiva e multimediale (Edizioni Polidesign; 2005); ManteroMood. Movie design for the silk concept store La Tessitura_Como, Polidesign, Milano 2005; Movie design for experience project. Visual scenarios for Illy concept store, Clup, 2007; Design per la WebTV. Teorie e tecniche per la televisione digitale, Franco Angeli 2010; Visioni urbane. Narrazioni per il design della città sostenibile, (con F.Piredda) F.Angeli, 2012.

Approfondisci »

Dalia Gallico

Presidente Corso di Laurea in Moda e Design / Università San Raffaele Roma

Presidente del Corso di Laurea in Moda e Design, Facoltà di Architettura e Design Università S. Raffaele Roma. Cattedra di Elementi di Progettazione, Metodologia del Progetto. E' responsabile scientifico dal 2005 di Artlab, Laboratorio della comunicazione visiva delle mostre a Palazzo Reale. Ha curato l'ideazione e realizzazione del SIT Sistema Informativo Turistico di Milano e i progetti preliminari per la Città della Moda. E' attualmente nominato in vari Consigli di Amministrazione nazionali e internazionali (Fondazione A. Pini Milano; Associazione Amici Accademia di Brera, IAI Asia Pacific Designers Federation; GLTA Guangdong Lighting Trade Association). Presidente Associazione Signum lab. Quando la cultura lascia il segno. Membro ufficiale di prestigiosi Comitati scientifici e Centri Studi progetta e coordina numerose ricerche e programmi di sviluppo della Comunità Europea finanziati sulla base di Bandi per la valorizzazione del "made in Italy". Collabora spesso a progetti di sviluppo internazionale e firma la partnership strategiche per ricerca e innovazione. Ora sta collaborando su progetti internazionali per Cina, Brasile, Colombia e India. Pubblicista e autore di oltre 100 pubblicazioni nazionali e internazionali, collabora in modo continuativo con riviste specialistiche sviluppando una vetrina di confronto tra le nuove tendenze che stanno trasformando i diversi settori della cultura, dell'informazione e dello stile di vita. Già Presidente di ADI Lombardia (Associazione Disegno Industriale Lombardia) dal 2004 al 2010 e Coordinatore dell'Osservatorio Permanente del Design Lombardo. Progetta e coordina dal 1998 al 2005 per la Camera Nazionale Italiana della Moda il centro ricerca e formazione. Ha svolto attività didattica (concept design) e di ricerca (Tr&ndsLAB) presso il Politecnico di Milano- facoltà del design (dal 2001 al 2010), l'Accademia di Comunicazione (direttore del master "politiche del Made in Italy"), Accademia di Brera e Università Cattolica.

Approfondisci »

Roberto Giacomucci

Designer / Roberto Giacomucci Designer

Il Design, passione nata per caso, si rivela per l'architetto anconetano Roberto Giacomucci, uno stile di vita che connota ogni momento della giornata. Sfrutta le conoscenze acquisite negli anni di studio per imparare a gestire spazi, tecniche e materiali. "Artigiano del design" considera fondamentale conoscere l'anima della materia da plasmare, verificandone step by step la trasformazione. Riesce così a stabilire un rapporto unico con l'oggetto: lo riveste di significati inediti pur rispettando le esigenze dei materiali che lo compongono. È un designer estroso, ironico, ma concreto e non un mero visionario dalle idee irrealizzabili. Crede nei talenti locali e nei giovani promettenti, molti dei quali passati per i suoi corsi alla Facoltà di Architettura di Ascoli. Art Director di aziende delle quali ama valorizzare il mood, applica abilità strategiche/comunicative per promuovere la diffusione capillare e "democratica" dei progetti. Negli anni ottiene importanti riconoscimenti, tra i quali ricordiamo: il premio Good Design, categoria Furniture, nel 2011 con Piega-Kubedesign, e nel 2009 con Ninfea-F.lli Guzzini, iF Award nel 2009 con Ball Shake-Magppie. È stato sezionato più volte per l'ADI INDEX: nel 2003 con Ciotola Snack-Robex, nel 2006 con Cocoon-Shiro, nel 2012 con MaracaS-Caffè River, nel 2013 con Cora e Zoe-Emporium. Cora e Zoe ottengono anche la Mensione d'onore al Compasso d'Oro ADI XXlll edizione. Sito web: www.giacomuccidesign.com mail: info@giacomuccidesign.com

Approfondisci »

Vincenzo Giliberti

Solution Design & Innovation Director / Teleperformance Italia - In & Out spa

Laureato in Ingegneria con successivo dottorato di ricerca presso il Politecnico di Bari, Innovation Manager presso il registro del MISE, svolge il ruolo di Innovation Director di Teleperformance Italia, filiale del Gruppo Teleperformance S.E., presente in Europa con 96 Call Center e in Italia con oltre 2.500 dipendenti. In TP dal 2005, è stato responsabile del progetto di ricerca e sviluppo finanziato dal 7°FP dell'UE denominato Sensei, con alcune Università europee e di diversi progetti di Speech Analysis, RPA e AI. Precedentemente ha lavorato per nove anni come ICT Project Manager per il Gruppo IBM, e per 2 anni come ricercatore per il CO.RI.N.T.O. Consorzio Naz. Ricerca Tecnologia a Oggetti di IBM ed APPLE. Parallelamente all'attività aziendale ha svolto attività di docente a contratto per insegnamenti di Gestione di Progetti e di Innovazione per il Politecnico di Bari e per alcuni Master dell'Università del Salento e della Basilicata. Membro della Commissione ICT dell'Ordine degli Ingegneri di Taranto, ha organizzato diversi workshop su innovazione e start-up. È sposato e ha una figlia, Azzurra. Appassionato di viaggi e di arte moderna astratta è stato autore per Milano Book City del reading "La sedia nel mio giardino in Puglia: come Mondrian ha modificato la nostra esistenza".

Approfondisci »

Nicola Guelfo

Head of Industrial Design Styling / Italdesign Giugiaro spa

1979 Maturità Tecnica Perito Aziendale Corrispondente in Lingue Estere - 1984 Illustratore prodotti di design industriale con tecniche varie (tempera, gessetto, aerografo) presso Giugiaro Design - 1987 Junior Designer presso Giugiaro Design con mansioni di ricerca e sviluppo di concept per l'Industrial Design attraverso la realizzazione sketch, disegni tecnici e prospettici, rendering tridimensionali - 1992 Senior Designer presso Giugiaro Design con mansioni di ricerca e sviluppo di concept per l'Industrial Design attraverso l'uso di sistemi di modellazione tridimensionali, renderizzazione 3D e virtuale, sviluppo di analisi di fattibilità e pre-engineering - 2000 ad Oggi Head of Industrial Design Styling presso Italdesign Giugiaro con mansioni di coordinamento e gestione della ricerca e sviluppo di concept per l'Industrial Design finalizzati al mondo dell'industria.

Approfondisci »

Alessandro Loschiavo

Head of Design di Aliantedizioni / Loschiavo Alessandro Design

Designer e cofondatore del marchio Aliantedizioni, ha ricevuto 6 volte il Good Design Award dal Chicago Athenaeum, mentre un suo progetto fa parte della collezione permanente del Triennale Design Museum di Milano. Prodotti da lui disegnati sono stati presentati in musei e gallerie d'Europa, Cina, Giappone e Stati Uniti, tra cui il Chelsea Art Museum di New York e il Today Art Museum di Pechino. Già curatore della mostra itinerante "Musei di Carta" ospitata anche dal Museo Naz. Etrusco di Villa Giulia a Roma, nel 2017 ha ricevuto l'European Product Design Award per la campagna CleanRome.

Approfondisci »

Massimo Menichinelli

Founder & Designer / Openp2pdesign

Massimo Menichinelli è un designer che ricerca e sviluppa progetti aperti, collaborativi e di co-design e i sistemi che li rendono possibili dal 2005. Massimo usa gli strumenti ed i processi di design per aiutare imprese, organizzazioni, cittá e comunitá locali nello sviluppuare processi, servizi, spazi, modelli di business aperti e collaborativi quali progetti di Open Design, FabLab, User-Driven e Social Innovation. Massimo ha tenuto workshop e lezioni in vari paesi tra cui Italia, Spagna, Finlandia, Germania, Regno Unito, Messico, Colombia, Corea del Sud, Singapore. Ha recentemente lavorato allo sviluppo dei FabLab: Aalto FabLab (Helsinki), Muse FabLab (Trento), OpenDot (Milano). Inoltre ha co-organizzato il primo Open Knowledge Festival a Helsinki e co-fondato l'Open Design Working Group nella Open Knowledge Foundation. Insegna Digital Fabrication e Open Design nella Aalto University (Helsinki, Finlandia) e Open Design nella SUPSI (Lugano, Svizzera). http://www.openp2pdesign.org

Approfondisci »

Anna Meroni

Architetto e dottore di ricerca in Design / Politecnico di Milano - Dipartimento di Design

Architetto e dottore di ricerca in Design, Anna è ricercatrice in design strategico e dei servizi per la sostenibilità. Coordinatrice internazionale della rete DESIS (Design for Social Innovation and Sustainability, www.desis-network.org) è anche responsabile del POLIMI-DESIS Lab presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, dove insegna Design dei Servizi presso il Master di Product Service System Design della Scuola di Design. Docente invitato presso altre università nel mondo, nel 2010 è stata ricercatore a contratto presso Parsons, The New School for Design in New York USA e ImaginationLancaster, Lancaster University in Lancaster UK. Dal 2004 è nella faculty del "Master in Design Strategico - MDS" e dal 2012 è direttore del Master in "Housing sociale e collaborativo" entrambi organizzati dal Consorzio POLIdesign del Politecnico di Milano. E' inoltre nel comitato scientifico del Dottorato in Design della stessa istituzione. Responsabile di diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali, si occupa in particolare di attivismo attraverso il design a supporto dell'innovazione sociale e di sviluppo territoriale. Settori di specifico interesse ed esperienza sono quelli dei servizi per il settore alimentare e per l'abitare collaborativo. Anna sta sviluppando i concetti di Creative Communities e Community Centred Design attraverso numerose ricerche di base e applicate.

Approfondisci »

Alberto Mucignat

User Experience Designer / Doralab srl

Fondatore di Doralab, azienda specializzata in progettazione web, user-centered design e usabilità. In passato è stato fondatore di StudentiMediaGroup Spa e della web agency del gruppo. Attualmente ricopre la carica di Amministratore Unico di Doralab ed è impegnato in numerosi progetti web e mobile per aziende italiane ed estere.

Approfondisci »

Fabio Novembre

Architect and Designer - Titolare / Studio Fabio Novembre

Fabio Novembre è nato a Lecce nel 1966. Si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano nel 1992. Ha studiato cinema alla New York University nel 1993. Ha aperto il suo studio nel 1994. Ha lavorato con le più importanti aziende italiane di design. Il suo lavoro è stato pubblicato in tutto il mondo per il suo approccio visionario.

Approfondisci »

Dario Olivero

Cofounder - Design Director / DORODESIGN snc

"Vivi il sogno, insegui la passione" è il suo motto. Car e Industrial designer, BA e MA in Car Design allo IED di Torino. Co-fondatore di DORODESIGN studio a Torino e Xiamen (Cina) e TRUE FLAVA web agency. Sviluppa progetti con forte contenuto innovativo e stilistico. Grazie l'esperienza maturata dal 2006 al 2009 presso I.De.A. Institute come designer team leader, dove sviluppa diverse esperienze lavorative per importanti clienti internazionali, oggi è consulente Automotive. Dal 2007 è docente allo I.E.D. di Torino. Nel luglio 2012 relatore al seminario sullo stile di vita italiano alla Xiamen University of Technology. Dal febbraio 2013 è docente presso lo IAAD di Torino. Nel marzo 2013 relatore al XXII Simposio Internacional de Diseño Industrial, Monterrey Messico. Nel 2013 Red Dot Design Award winner. Nel 2015 è stato selezionato per partecipare alla Nanjing Design week come esponente dell'italian design. Vincitore del Red Dot Design Award. Divide il suo tempo tra Cina e Italia.

Approfondisci »

Mauro Olivieri

Designer / STUDIO LABORATORIO MAIO DI OLIVIERI MAURO

MAURO OLIVIERI si occupa di design, visual design, comunicazione, interior design, food design. Studioso e progettista di Brand dei Sistemi Territoriali e comunicazione sul territorio. Appassionato da sempre di cucina è attento ai cambiamenti che si sono formati negli ultimi 20 anni e dove ne è stato anche il condizionatore creando eventi ancora oggi unici nel panorama del Food sia in Italia che all'estero. Ricordiamo tra le sue performance, le installazioni realizzate in Germania per l'Azienda Vigo di Albenga, dove ha indotto nuovi criteri dell'incontrarsi intorno al cibo, inteso come non solo "mangiar bene", ma quale mezzo per interagire con espressioni nuove del food, legando cibo, confezione e portata, visti come un unico progetto, inscindibili tra loro. Entra a far parte nell'equipe di lavoro "Food Design" centro di riferimento sul food collaborando su lavori comuni. Coofondatore della delegazione ADI Food Design nata nel 2006 ha partecipato come organizzatore della prima conferenza internazionale della delegazione Food Design, dal titolo "food touse" durante la prima conferenza internazionale di Tuttofood Milano 2007, curandone anche l'immagine grafica. Membro del Dipartimento Progettisti dell'Associazione ADI e responsabile scientifico del gruppo food design dello stesso. Responsabile corsi di formazione sul design e l'interior design, comunicazione visual design e food design. Docente di food design allo IED Istituto Europeo di Design- corso "food del territorio" e " food production". Si occupa della direzione artistica e/o immagine grafica di diverse aziende nel settore alimentare Mengazzoli, Mioitaly, Sommariva, Boeri, Roi, Panedoz. Premiato con menzione d'onore alla ventitreesima edizione del Premio Compasso d'Oro ADI con il progetto Campotti, formato di pasta prodotto dal Pastificio dei Campi.

Approfondisci »

Jacopo Pasquini

Digital Strategist & UX Designer / Doctor Brand di Jacopo Pasquini

Insegna UX Design e Digital Marketing in ambito accademico e professionale. Come consulente per la comunicazione digitale lavora per aziende, agenzie e istituzioni. Ha un blog (http://doctorbrand.it) ed è co-founder di UX Boutique (http://ux.boutique) e dello studio Pasquini Associati (http://pasquiniassociati.studio/). Ha pubblicato per Hoepli "Web Usability" e "Marketing e comunicazione".

Approfondisci »

Luca Pegolo

Owner, Architect and Designer / D+designstudio

Classe 1971, laureato in Architettura al Politecnico di Torino, iscritto all'OAT, membro ADI e TURN. Nel 2005 fonda l'omonimo studio di design (lucapegolo.it) specializzandosi nella progettazione di prodotti per Aziende del mondo dell'arredamento, dell'illuminazione e del bagno/cucina. Per alcuni partner oltre all'attività di architetto/designer ha assunto il ruolo di direttore creativo. Dal 2012 implementa la sfera di competenze con una serie di progetti tra artigianato e design. Parallelamente fonda SPItech S.r.l. (spi-tech.it) studio di design engineering dedicato alla progettazione e alla Ricerca & Sviluppo per prodotti innovativi ad alto contenuto tecnologico. In pochi anni lo studio ha maturato relazioni con Player internazionali in diversi settori: dalle attrezzature sportive ai prodotti elettronici fino prodotti per il settore medicale.

Approfondisci »

Silvia Piardi

Direttore Dipartimento di Design / Politecnico di Milano - Dipartimento di Design

Professore Ordinario di Disegno Industriale, pubblicista, insegna Design degli Interni presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano. Si occupa di progetto, tecniche e ambiente. Fa parte del Collegio docenti del Dottorato in Design. E' stata Presidente del Corso di Laurea Magistrale interateneo (Politecnico di Milano e Università degli Studi di Genova) in Design Navale e Nautico. E' Direttore del Master in Yacht Design del Politecnico di Milano (quattordicesima edizione); i suoi interessi riguardano la progettazione degli spazi di vita e di lavoro, con particolare attenzione al benessere delle persone che occupano tali spazi al mutare delle strutture fisiche e relazionali di contesto. Ha diretto il Corso di formazione permanente "Office Design" presso il Politecnico di Milano; tiene lezioni in Master internazionali in Interior Design (Beijng, Shangai, Shenzen) e al Master in Interior Design del Politecnico di Milano; ha tenuto numerosi Workshop di progettazione presso la Academy of Arts and Design della Tshingua University di Pechino. Ha seguito una tesi di Dottorato in Architettura degli Interni e allestimento sul tema dei trend nella progettazione degli spazi ufficio. Ha pubblicato più di un centinaio di contributi scientifici. Tra le sue pubblicazioni si segnala: Office Design. Smart Organization & layout, con S. Tieghi, V. Natile, Franco Angeli, Milano, 2012.

Approfondisci »

Franco Poli

Docente di Industrial Design / Accademia delle Belle Arti

Nato a Padova nel 1950. Studia arte e architettura a Venezia, nel 1971 incontra l'artista e desiger Isamu Noguchi e il grande architetto americano Richard Fuller all'Università Internazionale dell'Arte ( U.I.A. ) di Venezia. Nel 1974 si dedica professionalmente al design con il primo progetto di industrial Design, un accendigas piezoelettrico per Kalorik, che rimarrà in produzione fino al 2000. Dal 1977 collabora con la Bernini s.p.a. della quale diviene direttore artistico nel 1979, contribuendo al catalogo e all'immagine fino al 2009. Nel 1986 viene chiamato da Franco Moschini per creare (con F. Lenci e G. Talocci) la divisione aereo-navale di Poltrona Frau, l'anno successivo progetta per Frau una fortunata collezione letto di alto contenuto tecnologico e definendo l'aspetto formale della fortunatissima collezione di sedute per ufficio "Forum". Nello stesso anno apre uno studio a Venezia e viene chiamato come "visiting professor" all' U.I.A di Firenze e al Politecnico di Milano dove terrà numerose lezioni e incontri con gli studenti fino a metà degli anni novanta. Nel 1989 viene chiamato all'Accademia di Belle Arti di Venezia per tenere il corso biennale di Design che terrà ininterrottamente fino al 1996. Numerose sue opere sono esposte nei più importanti musei e fondazioni mondiali: The Denver Art Museum, il "Fonds National d'Art Contemporain" di Parigi, il "Magma Museum" di Roccamonfina, la collezione "Farnesina Design" di Roma e il Museo Della Triennale di Milano. Nel 2007 vince il "DesignX Australian Design Award", nel 2005 e 2007 riceve il "Good Design Award" del Chicago Atenaeum, nel 2008 riceve la Menzione d'Onore al XXI Compasso D'Oro per la seduta LOOM di Matteograssi. Dal il 2007 al 2010 arreda gli spazi di accoglienza delle Biennali d'Arte e Architettura di Venezia : il ristorante delle Corderie dell'Arsenale, il Caffe Italia del padiglione italiano e il Bookshop.

Approfondisci »

Andrea Ratti

Ricercatore e Professore Aggregato di Tecnologia e Design per la Nautica / Politecnico di Milano - Dipartimento di Design

Andrea Ratti, Milano 1964. Ricercatore e Professore Aggregato di Tecnologia e design per la nautica presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano. Architetto, Phd e pubblicista. Svolge attività didattica e di ricerca nel campo delle tecniche di produzione industriale, dell'innovazione di processo e di prodotto nel settore nautico e dell'architettura. È attualmente: - codirettore del Master in Yacht Design; - vicepresidente dell'Associazione Italiana di Tecnica Navale (ATENA) Sez. Lombardia; - membro del consiglio direttivo Assocompositi (Associazione Italiana Materiali Compositi); - membro del gruppo di lavoro UNI U8105 GL5 "Dismissione delle unità da diporto a fine vita". È autore di numerose pubblicazioni scientifiche relative alle tecniche di costruzione e all'innovazione nel settore nautico ed edilizio, oltre che al rapporto tra materiali da costruzione ed effetti sulla salute. È inoltre titolare di un brevetto relativo a un sistema per l'alaggio di imbarcazioni.

Approfondisci »

Francesca Russo

Direttore Editoriale Food Design, Resp. Mktg DDW / Design Diffusion World DDW srl

Master in Tecniche di Negoziazione, Lauree in Comunicazione di Impresa e in Relazioni Pubbliche e Pubblicità, Francesca Russo, nata a Milano classe '81, è esperta in comunicazione e specializzata nell'ambito dell'editoria-settore design. Dopo diverse esperienze all'estero, entra nell'azienda di famiglia, la casa editrice DDW Design Diffusion World, a capo dell'Ufficio Marketing creando un team giovane, determinato e condotto da passione. Il gruppo, con spirito internazionale, edita numerose testate sul design e l'architettura e lancia quest'anno una rivista sul food design, è molto attivo sul web e promuove e organizza progetti speciali (mostre culturali, eventi b2b, contest). Francesca Russo tiene inoltre docenze presso lo IED Istituto Europeo di Design (sedi di Milano e Roma) e partecipa come relatore a conferenze e meeting sia in Italia che all'estero come esperta nel settore design arredamento e architettura. designdiffusion.com

Approfondisci »

Denis Santachiara

Designer e Founder Cyrcus / Studio Santachiara

Denis Santachiara, nato nel 1950 a Campagnola, in provincia di Reggio Emilia, inizia la sua attività di designer nel 1980 attratto dalle potenzialità poetico-linguistiche del mondo artificiale e delle nuove tecnologie e dai processi estetici che ne possono nascere in ambito industriale. Realizza opere al confine tra arte e design che vengono fin da subito esposte alla Biennale di Venezia, a Documenta 8 di Kassel, alla Triennale di Milano e alla Quadriennale di Roma, per fare alcuni esempi. Nel 1984 idea e cura la mostra-manifesto La Neomerce, il design dell'invenzione e dell'estasi artificiale che si tiene alla Triennale di Milano e al Centre Pompidou di Parigi e nel 1986 la mostra I Segni dell'Habitat presentata al Grand Palais di Parigi e al Berlage Museum di Amsterdam. Tra il 1988 e il 1992 progetta, per il Ministero della Cultura Francese, gli interni della Certosa di Avignone e il Museo della magia a Blois. Nel 1993 firma gli arredi per la piazza di Toyama in Giappone e nel 1994-95 gli interni dell'Art Hotel di Dresda. Nel 1996 vince il Concorso Internazionale ZIP per la città di Saarbrucken; nello stesso anno cura l'allestimento della mostra The New Persona per la Biennale di Firenze. Nel 1998 partecipa alla realizzazione di un nuovo sistema bancario telematico per le Assicurazioni Generali e lavora all'ideazione di 'un animale ludico per bambini', commissionatagli dal Ministero della Cultura Francese per le celebrazioni del 2000. Nel 1999 riceve il Good Design Award dal Chicago Athenaeum Museum of Architecture and Design e nell'aprile 2000 vince il Design World. Ha collaborato e tuttora collabora con aziende italiane e straniere per il design e la ricerca di nuovi prodotti. Tra le tante ricordiamo Artemide, Baleri Italia, Bang-Olufsen, BPT, Campeggi, De Padova, Fiat, Foscarini, Mandarina Duck, Marutomy, Montedison, La Murrina, Nintendo, Panasonic, Rosenthal, Sector No Limits, Snia Viscosa, Superga, Swatch, Vitra, ZERODISEGNO. I suoi oggetti sono esposti al Moma di New York, al Musée des Arts Decoratifs del Louvre di Parigi, al National Museum of Modern Art di Tokio, al Philadelphia Museum e al Vitra Museum di Berlino.

Approfondisci »

Cristina Tajani

Assessore alle Politiche Lavoro, Moda, Design / Comune di Milano

Cristina Tajani è nata a Terlizzi (Bari) nel 1978, vive a Milano. Da Giugno 2011 è Assessore alle politiche del lavoro, sviluppo economico, università e ricerca del Comune di Milano nella Giunta guidata dal Sindaco Giuliano Pisapia. Ha conseguito la laurea in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Commerciale "L. Bocconi" discutendo una tesi in economia politica con il Professor Giorgio Lunghini. Nel 2007 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Scienze del Lavoro presso l'Università Statale di Milano discutendo un modello per la valutazione d'impatto occupazionale dell'introduzione del lavoro interinale in Italia, sotto la supervisione del prof. Michele Salvati. Ha poi vinto un assegno di ricerca presso il Dipartimento di Studi del Lavoro e del Welfare dell'Università Statale di Milano. Per l'A.A. 2006/2007 e per l'A.A. 2007/2008 è stata cultrice della materia in scienza delle finanze presso l'Università di Bergamo, Dipartimento di Studi Giuridici. Attualmente è cultrice della materia in relazioni industriali ed in economia politica presso l'Università degli Studi di Milano, dove svolge anche attività didattica Oltre all'attività accademica è stata funzionaria della Camera del Lavoro di Milano con incarichi di studio e ricerca. Durante gli A.S. 2005/2006 e 2006/2007 e 2008/2009 ha tenuto dei moduli didattici rivolti agli studenti delle scuole medie superiori nell'ambito del progetto didattico "Diritto al Lavoro" patrocinato dalla Provincia di Milano e promosso dalla Fondazione R. Franceschi. E' stata Italian correspondent dell'EIRO (European Industrial Relations Observatory) per il triennio 2007-2009 e ha collaborato con il portale di relazioni industriali "Il diario del lavoro". Ha partecipato a diverse ricerche facenti capo ad Università e centri di ricerca (Università di Milano, Università Bicocca, Istituto di Ricerca Sociale, IRS) Le aree di interesse scientifico sono: Economia del lavoro, sociologia economica, relazioni industriali. Particolare interesse metodologico è dedicato ai metodi quantitativi per la valutazione delle politiche pubbliche, in special modo le politiche del lavoro e le politiche sociali. Relativamente ai temi oggetto di interesse scientifico ha pubblicato articoli e saggi brevi su diverse riviste e quotidiani nazionali. E' curatrice di un volume sui trasporti pubblicato da Franco Angeli: "La fatica di cambiare. Trent'anni di lavoro, imprese e sindacato nei trasporti in Lombardia", Franco Angeli, Milano, 2011. Ho firmato capitoli in diversi volumi tra cui: AA.VV. La gabbia dell'orgoglio, Ed. Aracne, Roma, 2002. AA.VV., Precariopoli. Parole e pratiche delle nuove lotte sul lavoro, Ed. Manifestolibri, Roma, 2005 per cui ho curato anche la bibliografia ragionata sulle trasformazioni del lavoro. AA.VV., Pubblico/Privato. Quindici anni di liberalizzazioni e privatizzazioni. L'esempio delle Public Utility, Ed. Puntorosso, 2007. Distretti e strategie di uscita dalla crisi, (a cura di I. Regalia), Bruno Mondadori, 2011. Piccolo Nord. Scelte pubbliche e interessi privati nell'Alto Milanese, (a cura di S. Tosi e T. Vitale), Bruno Mondadori, 2011.

Approfondisci »

Valentina Tronconi

Product Design Manager / 3M Italia spa

E' responsabile della definizione di strategie di design per 3M Europa, in accordo con gli obiettivi e le priorità aziendali Gestisce programmi cross-functional quali la traslazione di consumer insights in opportunità di business, attività di customer engagement e la creazione di esperienze olistiche di brand, prodotto e comunicazione Coordina a livello globale la ricerca dei trends, dai trends socio-culturali a quelli di design Contribuisce quotidianamente alla creazione ed evoluzione di una cultura interna sul design in un'azienda dal DNA fortemente tecnologico.

Approfondisci »

Pietro Turi

Experience Design Lead, Digital Product Director / Edizioni Condé Nast spa

Laureato all'Università degli Studi di Siena con tesi in "Designing Design: il coinvolgimento degli utenti nei processi creativi", Pietro Turi ha conseguito un Master in Interaction Design presso la Domus Academy di Milano. Dal 2006, Turi è Senior Interaction and Experience Designer in LBi IconMedialab, all'interno della quale coordina il team dedicato di Physical Compunting. Esperto in design di intefacce ed esperienze interattive attraverso nuove tecnologie abilitanti, Pietro Turi collabora intensamente con il mondo accademico italiano, sia in qualità di docente sia come coordinatore di seminari progettuali presso il Politecnico di Torino e all'interno del corso di Interaction Design della Domus Academy/Interaction Design Institute di Milano.

Approfondisci »

Mike Van der Vijver

Meeting Designer / MindMeeting

Mike van der Vijver è un meeting designer, consulente, formatore e facilitatore. Oltre a progettare concettualmente i programmi di meetings come convegni, conference, seminari, workshop e laboratori, spesso presenta tali programmi davanti a pubblici internazionali. Inoltre, lavora come consulente aziendale e coach sulle culture organizzative e nazionali. Mike partecipa regolarmente a convegni nazionali ed internazionali, talvolta con dei contenuti propri, oppure come moderatore o facilitatore del processo di comunicazione. E' autore di diverse pubblicazioni nell'ambito delle differenze culturali, nonché del volume "Into the Heart of Meetings," apparso nel 2013. Vive sia in Italia che in Olanda.

Approfondisci »

Massimo Zanatta

Direttore Design School / Istituto Marangoni

Approfondisci »